Fondo Rari

Rari.jpg

(Consultabile solo su appuntamento)

Il Fondo comprende musica a stampa, in particolare relativa alla seconda metà del XIX secolo e ai primi anni del XX, rappresentativa soprattutto del genere teatrale. Complessivamente le opere raggiungono la cifra di circa 2800 unità. Sono confluiti in questa raccolta i doni di alcuni degli insegnanti del Conservatorio, quali Giusto Dacci, che fu anche direttore dell'Istituto dal 1875 al 1889 e autore di molte opere didattiche, Cleofonte Campanini, il famoso direttore d'orchestra e grande mecenate per Parma, il violinista Romeo Franzoni, celebre soprattutto per la revisione delle opere inedite di Paganini effettuate su incarico del figlio, i fratelli Nicola e Domenico De Giovanni, Emilio Usiglio, Italo Azzoni, Giulio Cesare Ferrarini, Giovanni Bolzoni, Rosalinda Sacconi e tanti altri. Pertanto il Fondo, oltre a offrire un panorama della stampa musicale italiana dell'Ottocento, documenta anche la produzione locale, conservando le opere dei musicisti che hanno operato sia nell'ambito didattico che concertistico.

 Fondo consultabile solo su appuntamento