Fondo manoscritti

Bolzoni, Giovanni, Divertimento sopra motivi dell’opera La Favorita - F.Ms. 395

(Consultabile solo su appuntamento)

Il Fondo conserva prevalentemente i manoscritti provenienti dal Conservatorio di musica dal 1888, anno della sua istituzione dopo la trasformazione della Regia Scuola di musica, ai primi decenni del ‘900. Comprende circa 1400 manoscritti di opere dei primi direttori dell'Istituto, quali Giuseppe Gallignani (1891-1897), Amilcare Zanella (1903-1905), Guido Alberto Fano (1905- 1911), Guglielmo Zuelli (1911-1929) e di alcuni insegnanti, fra cui Giulio Cesare Ferrarini, Giovanni Bolzoni e Romeo Franzoni. Di quest'ultimo sono da segnalare le revisioni e le trascrizioni di alcune opere di Paganini, anche inedite, che il violinista parmigiano era riuscito ad acquisire.
Fra i manoscritti degli allievi del Conservatorio spiccano alcune composizioni presentate ai saggi scolastici di fine anno da Ildebrando Pizzetti, che si diplomò in composizione proprio a Parma nel 1901.
Non mancano manoscritti, di incerta provenienza, della fine del XVIII e degli inizi del XIX secolo, di opere teatrali degli autori più rappresentativi dell'epoca, quali Cimarosa, Paisiello, Pergolesi, Mayr e Paër.

Fondo consultabile solo su appuntamento