Fondo Ψ

Fondo Ψ

Scarlatti, Domenico, Sonate - F. Ψ.I.48/I

(Consultabile solo su appuntamento)

Il fondo è costituito da libri di musica e di letteratura musicale tratti dai fondi non musicali della Biblioteca Palatina e confluiti nella Sezione Musicale dopo la sua istituzione. Comprende un'interessante sezione di trattati di musica dei secoli XVI e XVII, fra cui la rarissima prima edizione del Fronimo del Galilei e il prezioso Libro de vihuela di Luis Milan e la sezione di libri liturgici che raccoglie, fra gli altri, diversi messali del Cinquecento. Nonostante le indicazioni del decreto istitutivo della Sezione Musicale, nei fondi della sede centrale della Biblioteca Palatina  sono ancora conservati manoscritti e incunaboli con notazione musicale.
Il nucleo originario della Sezione Musicale si è arricchito in seguito con altre opere di raro pregio bibliografico acquistate o ricevute in dono: fra queste 15 volumi manoscritti di origine spagnola che contengono 463 sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti, una delle principali fonti dell'edizione critica e 31 volumetti di madrigali e canzonette dei secoli XVI e XVII, alcuni dei quali contengono edizioni uniche.
Negli anni più recenti si sono aggiunte pregevoli acquisizioni, come l'autografo di una sonata per mandolino e chitarra di Niccolò Paganini (acquistato dal violinista Romeo Franzoni), la partitura autografa del Nerone di Arrigo Boito, unica fonte completa e originale dell'opera, e una sinfonia di Giuseppe Verdi per orchestra, anch'essa autografa e risalente agli anni giovanili.

Fondo consultabile solo su appuntamento