Ildefonso Toletano. Il capolavoro dell'arte di Cluny

Biblioteca Palatina Sala Maria Luigia - Biblioteca Palatina

Martedì 20 aprile 2010 - Giornata di studi

 

Ildefonso Toletano

Il capolavoro dell'arte di Cluny

Martedì  20 aprile 2010 alle ore 17.00 nel Salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina sarà presentato al pubblico il fac-simile del manoscritto miniato di S. Ildefonso Toletano, edito dal Bulino. L'evento è inserito nelle manifestazioni della XII Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Universalmente noto come Parma Ildefonsus, il codice è un esemplare del trattato "De Virginitate Sanctae Mariae" scritto da S. Ildefonso vissuto in Spagna nel VII secolo. Prodotto nell'Abbazia benedettina di Cluny tra il 1090 e il 1100, il codice parmense risulta trascritto da una copia spagnola destinato probabilmente a Bernardo de Sauvetat, monaco di Cluny e Vescovo di Toledo, città appena liberata dagli Infedeli: il testo risulta quindi legato alla riconquista della Penisola Iberica.

Il sistema illustrativo è di eccezionale complessità: tutte le 222 pagine sono decorate con cornici in oro, argento e porpora, che racchiudono sia i testi che le splendide miniature a piena pagina.

È stato possibile realizzare il fac-simile, edito in 499 esemplari numerati, grazie alla autorizzazione concessa dalla Biblioteca Palatina di Parma.

Il progetto ha previsto pure il restauro del codice, realizzato dallo studio Crisostomi di Roma, la sua digitalizzazione  e la redazione di un commentario di studi che comprende  saggi di: Andrea De Pasquale, direttore della Biblioteca Palatina di Parma, Silvana Gorreri, responsabile Ufficio Restauro e Tutela della Biblioteca Palatina di Parma, Neil  Stratford, storico dell'arte e  Giusi Zanichelli, docente di Storia dell'Arte all'Università di Salerno; Danilo Bersani, ricercatore dell'Università di Parma.

In questa prima fase il codice è stato lasciato sfascicolato al fine di consentire la sinottica lettura delle carte miniate.

In occasione della settimana tali carte saranno visibili in esposizione nella Sala Dante, mentre gli autori presenteranno il lavoro svolto.

Poi le carte saranno trasferite alla volta della Francia per essere esposte presso l'antica Abbazia di Cluny in occasione della mostra Cluny et l'Europe dal 29 giugno al 30 settembre 2010, organizzata per celebrare l'anniversario della fondazione dell'Abbazia datata al 2 settembre del 910.

A Cluny i visitatori potranno  sfogliare virtualmente il codice con una postazione multimediale a disposizione nel percorso museale dell'abbazia.