Mostra "Le culture della guerra. Libri, giornali, manifesti e cartoline 1900-1918"

Biblioteca Palatina

Mercoledì, 5 ottobre 2016 - Mostra

Grande Guerra

MOSTRA 

Le culture della guerra.

Libri, giornali, manifesti e cartoline 1900-1918

 

Dal 5 ottobre al 5 novembre 2016

nella Galleria Petitot della Biblioteca Palatina sarà allestita la mostra 

 Le culture della guerra.  Libri, giornali, manifesti e cartoline 1900 – 1918 

La mostra di riviste, giornali e libri, testimonianza dell’epoca e dei suoi pensieri intende documentare il contesto culturale nazionale dei primi quindici anni del secolo e l’emergere in esso di orientamenti bellicisti e imperialisti; lo scontro ideale, particolarmente aspro nella nostra città, tra interventisti e neutralisti per l’adesione al conflitto mondiale ed infine le forme della propaganda di guerra.

 

Il percorso suddiviso nelle sezioni: le culture della guerra (nazionalisti, i giovani delle riviste fiorentine, i futuristi); lo scontro politico a Parma; la rappresentazione della guerra; la propaganda per la truppa; la guerra e i bambini è reso agevole da numerosi pannelli esplicativi e da illustrazioni tratte da documenti dell’epoca.

All’interno della mostra verranno anche proposte alcune parti del film documentario “24 maggio 2015 diario di trincea” di Paolo Rumiz e Alessandro Scillitani.

E’ inoltre prevista l’apertura domenica 9 ottobre in occasione della manifestazione nazionale “Domeniche di carta” dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Sabato 8 ottobre alle ore 21, nella sala Maria Luigia della Palatina, si terrà infine il concerto “Oh mia patria. Musicisti di Parma per la Grande guerra” realizzato grazie alla collaborazione del Centro Studi Musica e Grande Guerra.

 

È possibile organizzare visite guidate  per le scuole su prenotazione.

 

**********************************

Le culture della guerra. Libri, giornali, manifesti e cartoline 1900-1918

Biblioteca Palatina-Galleria Petitot

Dal 5 ottobre al 5 novembre 2016

Orario: da lunedì a giovedì: 9.00-18.00

           venerdì e sabato: 9.00-13.00

          Ingresso gratuito