Alberto Allegri. Scolpire in Bodoni

Palazzo della Pilotta

martedì, 11 marzo 2014 - mostra

Alberto Allegri

Scolpire in BODONI

 

La Fondazione Museo Bodoniano, unitamente a Biblioteca Palatina e Galleria Nazionale di Parma organizzano l’allestimento Alberto Allegri. Scolpire in BODONI, a cura di Marzio Dall'Acqua.

L’esposizione delle sculture, dislocate lungo lo scalone monumentale di accesso al Palazzo della Pilotta, verrà inaugurata martedì 11 marzo alle ore 16.00

Dopo i saluti di Sabina Magrini, direttore della Biblioteca Palatina e del Museo Bodoniano, e di Mariella Utili, Soprintendente per i beni storici artistici ed etnoantropologici di Parma e Piacenza, interverranno il curatore Marzio Dall'Acqua e Tommaso Trini, critico e docente di storia dell'Arte all'Accademia di Brera.

Da anni Alberto Allegri, scultore fontanellatese, lavora sulle lettere dell'alfabeto, che non a caso, per un parmense, non può avere che le forme classiche ed insieme moderne dategli da Giambattista Bodoni (1740-1813) del quale si sono appena concluse le celebrazione del secondo centenario della morte. Definito "lo scultore della lettera", Allegri, come Bodoni (disegnatore di caratteri e fonditore, prima e forse più che tipografo), lavora sui segni dell’alfabeto, sulla loro forma, che non deve mai staccarsi da una riconoscibilità visiva, una specie di "fedeltà alla figura" nel massimo di astrazione formale. 

Grande cura è posta nella scelta delle proporzioni e della materia nel quale tradurre ogni lettera, non rinunciando al gioco del dentro e fuori, del chiaro e dello scuro, della lucente levigatezza o della brunita scabrosità, per cui le lettere enormi diventano parete, angolo, sospesa e aerea movenza, segno o apertura, porta, accesso o sbarramento.

A poche settimane dalla grande mostra Bodoni 1813 - 2013 Principe dei tipografi dell'Europa dei Lumi e di Napoleone, quasi a segnare una sua ideale continuazione, alcune delle lettere in metallo realizzate da Allegri a fine anni ’90 vengono riproposte e posizionate in modo che possano essere una scoperta ed una riscoperta, come avviene anche per i capolavori bodoniani. Fino al 20 marzo, tra l’altro, sarà possibile anche visitare l’esposizione La Fabbrica del libro perfetto nella Galleria Petitot della Biblioteca Palatina, sezione della mostra bodoniana prorogata (lunedì – venerdì 9.00 – 13.00).  

Alberto Allegri, nativo di Parola di Fontanellato dove risiede e lavora, è insieme scultore, calligrafo, architetto, performer e disegnatore finissimo. Ha frequentato il Liceo e l'Accademia di Brera ed, ancora studente, ha iniziato ad esporre nel 1964. Molte, negli anni, le personali e le collettive in tutta l'Italia e all'estero, compresi gli Stati Uniti e il Giappone. Dal 1974 è scultore e, affiancando architetti e ingegneri, si è occupato di arredi  privati e pubblici.

Alberto Allegri. Scolpire in Bodoni

Parma, Palazzo della Pilotta, scalone monumentale

Dall’11 marzo al 6 giugno 2014

Orari di apertura: lunedì non festivi,  martedì –  domenica 8,30 - 19.00

Ingresso gratuito